colpo-di-frusta-

Si parla di trauma distorsivo cervicale, ovvero di colpo di frusta, quando si ravvisano i sintomi a esso legati in seguito a un infortunio stradale, o per lo meno questa è la condizione più frequente in cui il trauma si verifica. Non si tratta di un trauma grave, nella maggior parte dei casi, ma che comunque necessita di cure adeguate e di un periodo di riposo e fisioterapia.

Trauma distorsivo cervicale, di cosa si tratta

Il trauma distorsivo cervicale viene definito in medicina come il trasferimento di energia con un meccanismo di accelerazione e decelerazione che va a carico del collo. Da qui possono derivare danni alle strutture ossee o ai tessuti molli, sviluppando quindi differenti manifestazioni cliniche. Questo meccanismo, solitamente, si verifica in seguito a un sinistro stradale, soprattutto a un tamponamento.

In questa circostanza, infatti, il collo subisce un movimento brusco, dato che è la parte più mobile del rachide, va quindi in iperestensione nella prima fase del movimento e successivamente viene iperflesso. Questo comporta la comparsa di diversi tipi di lesione che sono la conseguenza diretta del superamento dei limiti di elasticità di tutti i tessuti interessati dal movimento.

La diagnosi del trauma distorsivo cervicale

La diagnosi di questa tipologia di trauma deve essere fatta da un medico, solitamente il medico del pronto soccorso, quando un paziente lamenti dolore localizzato in quella porzione di rachide che viene definita regione cervicale. I sintomi più comuni sono appunto dolore alla cervicale, irrigidimento muscolare, dolore che si irradia alle spalle, movimenti del collo limitati, cefalee, nausea, parestesie agli arti superiori, a seconda della gravità del trauma possono cambiare i sintomi.

colpo-di-frusta2Normalmente, per la diagnosi, oltre all’esame obbiettivo, viene effettuata una radiografia della colonna in due proiezioni, in modo da poter identificare il dente dell’epistrofeo. Se non vi è danno delle vertebre cervicali, quindi, si può parlare di colpo di frusta nel caso in cui non vengano rilevati segni radiologici di un danno delle vertebre cervicali o di lesione articolare.

Persistenza a lungo termine dei sintomi

Purtroppo alcune volte capita di rilevare una persistenza cronica dei sintomi. Questi sono correlati alla gravità della distorsione cervicale riportata e ad alcuni dei fattori pregressi indipendentemente dal trauma, come una cefalea abituale, artrosi ecc.

La riabilitazione

Per quanto riguarda la riabilitazione, la cosa essenziale è lavorare sulla muscolatura del collo. Questa, infatti, in seguito al trauma risulta contratta. Si tratta di un meccanismo di difesa che attua il nostro organismo in modo da modificare la curvatura naturale del rachide, in questo modo si va a perdere la lordosi fisiologica. Si applica quindi un collare rigido che va scelto in base all’entità del danno, per un periodo di tempo che varia anch’esso in base al danno subito. Si prescrivono quindi dei farmaci miorilassanti e in seguito si procede con delle applicazioni di fisioterapia. Si consiglia un materasso rigido senza uso del cuscino per i primi giorni.

noleggio2

Noleggiare un’auto può avere davvero moltissimi vantaggi, ma quale sarà la formula più conveniente? Per esempio, sarà meglio un contratto di leasing o noleggio a lungo termine? Come è facile immaginare non c’è una verità assoluta quanto la possibilità di trovare la soluzione più congeniale per le proprie necessità. Scopriamo allora quale differenza c’è tra queste due diverse formule per noleggiare un’auto.

Leasing o noleggio, quali le differenze

Se ci si sta domandando se sia meglio una formula di noleggio a lungo termine o di leasing, per poter decidere è bene prima conoscere quali siano le differenze sostanziali tra queste due formule. Iniziamo subito col dire che il contratto di leasing non è un vero e proprio noleggio quanto invece un finanziamento. Sì, perché proprio a differenza del noleggio a lungo termine, con un contratto di leasing, è possibile, una volta scaduti i tempi del contratto, riscattare l’auto che quindi diventa di proprietà.

Con il leasing si paga una prima rata iniziale, un canone mensile e una rata finale mediante la quale, appunto, si riscatta l’auto che diventa di chi l’aveva noleggiata. Conviene questa formula? Sicuramente conviene a chi ha intenzione di acquistare un’auto ma non voglia sottoscrivere una finanziaria e al contempo non voglia pagare tutto in una volta.

Il noleggio a lungo termine

noleggio1Il noleggio a lungo termine, come dice il nome stesso, è una forma di noleggio che dura un tempo più o meno lungo, anche se oggi ci sono formule di noleggio auto 6 mesi, oltre a quelle classiche di 3-4 anni. Quindi come funziona? Si  sceglie l’auto più adatta alle proprie esigenze e si stipula un contratto. Con questa formula i pensieri sono proprio pochi dato che non si deve pensare a niente.

E quest è un’altra differenza con il leasing. Infatti, con la formula del noleggio a lungo termine, all’assicurazione e ai controlli ordinari dell’auto ci pensa direttamente la società di noleggio, così come al servizio di soccorso stradale. Si tratta quindi di un modo per avere un’auto per un tot di tempo senza dover pensare a incombenze solitamente piuttosto onerose.

Quale scegliere?

Come detto prima non è una question di stabilire quale formula sia più conveniente o meno, ma di capire quale sia la formula migliore per le proprie necessità. Se si ha bisogno di un’auto nuova ogni 3 o 4 anni, perché magari si viaggia molto per lavoro o comunque si fa un largo utilizzo dell’auto, allora la scelta migliore potrebbe essere quella del noleggio a lungo termine.

Una volta scaduto il contratto, infatti, l’auto viene restituita e si può sceglierne un’altra stipulando un nuovo contratto.

 

cataratta

Cos’è la cataratta.

La cataratta è una patologia che solitamente interessa soggetti che hanno oltre 60 anni. Comporta l’opacizzazione della lente che si ha all’interno dell’occhio, impedendo a questa di mettere a fuoco ciò che guarda.

Dopo i 40 anni, il cristallino pian piano si indurisce e inizia perdere di elasticità, man mano che si va avanti con l’età diventa sempre più opaco, ecco che si parla di cataratta. Questa purtroppo comporta in buona parte la perdita della vista, in alcuni casi dove il problema è molto avanzato,si può arrivare anche alla cecità.

Per i tuoi esami cerca l’IGOR Point più vicino, gli unici che possono darti la refertazione oculistica online 

Come si manifesta.

intervento catarattaLa cataratta si manifesta lentamente senza causare nessun tipo di dolore. Non sempre si presenta subito in entrambi gli occhi, ma il secondo viene interessato in seguito.
Il disturbo visivo della cataratta all’inizio è una sensazione di fastidio nel mettere a fuoco oggetti se sono sotto delle luci intense.
La vivacità dei colori perde di intensità e qualche volta si ha difficoltà proprio a distinguere questi.

In giovane età.

Anche se più difficile, purtroppo la cataratta può colpire l’età più giovane. Questa malattia però, si presenta quando di fondo esistono altre problematiche metaboliche quali: diabete.

Le probabilità infatti, che un problema come il diabete possa causare l’insorgere della cataratta, purtroppo è molto alta, inoltre in questi casi il problema si presenta subito in entrambi gli occhi.

la cataratta può essere causata non solo dal diabete purtroppo, ma anche da altre patologie che già riguardano il problema oculare, come ad esempio il distacco della retina o il glaucoma.

Come si cura.

Non esiste nessuna cura farmacologica che possa far guarire dalla cataratta. L’unica soluzione, quando la salute generale del paziente lo permette, è l’intervento chirurgico. Quello tradizionale, prevede un anestesia locale eseguita tramite iniezioni, un taglio di circa dieci millimetri, l’asportazione del cristallino e qualche punto di sutura.

La durata dell’intervento chirurgico della cataratta è di circa quaranta minuti, inoltre prevede la degenza del paziente di un paio di giorni in ospedale.

Un altro metodo più recente è la mirco-chirurgia, si esegue direttamente in ambulatorio, anestetizzando l’occhio con qualche goccia di collirio, una piccola incisione di circa quattro millimetri e la sostituzione del cristallino opacizzato con uno artificiale.

La durata di questo intervento dura circa 15 minuti e ha il vantaggio di garantire un recupero immediato della vista.
Quando entrambi gli occhi necessitano dell’operazione, gli interventi vengono distanziati di circa 15 giorni l’uno dall’altro.

Quali sono i rischi.

Nonostante sia un operazione molto celere, esiste se pur raramente, la possibilità che possano sorgere delle complicazioni che potrebbero compromettere la vista addirittura in modo permanente.

I rischi post operatori, anch’essi molto rari, possono presentarsi se causati da infiammazione o infezione. Per tale motivo è fondamentale affidarsi a medici altamente qualificati.

tuta del napoli 2018

Si chiama Kombat 2018, una vera è propria rivoluzione nel suo campo!

Se vi state chiedendo di cosa si tratta e avete pensato a qualche interessante prodotto tecnologico, spiacente di avervi deluso.

È il nuovo modello di maglia realizzato dal centro ricerche e sviluppo di Kappa, appositamente ed esclusivamente per i giocatori della squadra di calcio del SSC Napoli.

 

Nel calcio tutto è cambiato anche le maglie

 

Il calcio è uno sport che negli ultimi decenni è cresciuto in maniera esponenziale sotto tutto gli aspetti: economico, numero di tifosi e appassionati che lo seguono, popolarità di squadre e giocatori, numero di partite, regolamenti, livello tecnico-tattico e soprattutto atletico dei suoi protagonisti.

In tutto questo si ritaglia un ruolo di grande importanza anche la maglia; da sempre simbolo di un giocatore che se la toglie per esultare, la bacia per dichiarare eterno amore alla sua squadra, se la scambia a fine partita con l’avversario o la firma per regalarla ad un giovane tifoso.

Un tempo le magliette non avevano nulla di particolare; oggi giorno anche in questo settore la tecnologia ha fatto passo da giganti, producendo tessuti sempre più tecnici e prestazionali.

La maglietta del Napoli calcio stagione 2017/2018, ne è una chiara dimostrazione.

 

Caratteristiche tecniche

 

tuta napoli 2018 prezzo È una maglia super aderente; una volta indossata è come avere una seconda pelle.

È il principio tecnico del così detto Stop Stopping, vale a dire il sistema anti-trattenuta.

Nel calcio trattenere per la maglia un avversario è considerato un fallo di gioco e comunque un maldestro tentativo di fermare un avversario che ci ha superati.

Con questa maglia risulta molto difficile la trattenuta ma qualora avvenga, la trasforma in un’azione talmente plateale, che difficilmente passerà inosservata all’arbitro.

Con questa nuova maglia aggrapparsi ad un giocatore partenopeo che si invola lungo la fascia, sarà una vera e propria impresa.

Il tessuto ha qualità tecniche straordinarie garantendo leggerezza e traspirabilità ai massimi livelli.

Le cuciture in nylon stretch sono realizzate per non dare il minimo fastidio o problemi di sfregamento durante il movimento.

Nel complesso è una maglia in grado di offrire ai giocatori un comfort assoluto sia in allenamento che durante una partita.

La traspirazione è assicurata dal particolare sistema chiamato Hidroway protection; facilita anche lo smaltimento del calore corporeo e un più rapido raffreddamento.

 

Estetica

 

Per la serie che anche l’occhio vuole la sua parte, vediamo dal punto di vista estetico come si presenta la nuova maglia.

Anche se non si è tifosi del Napoli non si può non apprezzare l’azzurro che ricorda molto il colore della Nazionale.

A parte questo, è una maglia dal design ricercato ma senza inutili fronzoli; con una linea molto pulita e un taglio estremamente ergonomico.

Bello il girocollo con tonalità in contrasto, così come sui lati e nella parte posteriore che regalano un bel effetto ottico.

Infine lo scudetto è stato realizzato con base in microfibra e inserti in silicone.

Grazie ad un nuovo software è stato possibile ottenere un’alta definizione e uno straordinario effetto tridimensionale.

Lo scudetto è termo applicato mentre la scritta dello sponsor e il logo del produttore sono stampati con i classici colori.

camerette per bambini roma

Hai bisogno di cambiare la cameretta del tuo bimbo, ma hai un budget ristretto?

Stanco di comprare mobili di scarsa qualità che dopo poco tempo sono già da cambiare?

Con arredamenti Pignataro non avrai sicuramente questo problema: con uno store di 2000 mq e la possibilità dello shopping online non avrai altro che l’imbarazzo della scelta!

Il tuo bimbo ha dei gusti particolari e tua moglie cerca la cameretta giusta che si intoni al “gusto ” e al resto dell’arredamento della casa?

In questo store dovrai solo scegliere il modello e configurarlo come più ti piace!

 

Arredamenti Pignataro

 

Lo store nasce nel 1970, a conduzione familiare ed ha saputo adeguarsi nel tempo alle esigenze degli italiani e alle loro particolari condizioni economiche.

Il valori fondamentali dell’azienda è la Trasparenza, la Serietà, la Lealtà e il Rispetto.

Inoltre a ricerca nei materiali, il design, la sicurezza e la particolare attenzione al cliente e alle sue esigenze, rende questo team davvero perfetto!

Arredamenti Pignatari offre mobili moderni che durano nel tempo e presentano sistemi di sicurezza per evitare incidenti per i vostri piccoli.

 

Le camerette per ragazzi

 

camerette spar prezziPer il tuo bimbo ci sono camerette di ogni genere. adatte all’arredamento della tua casa e alla sua età.

La tua scelta può variare dalle camerette classiche a quelle più moderne e funzionali.

All’interno del negozio potrai trovare il personale che ti aiuterà a scegliere la soluzione adatta a te.

Esistono vari tipi di arredamento per il tuo bambino:

  • camerette Moretti Compact, moderne ed eleganti, adatte soprattutto a chi ha degli spazi ridotti. Con gli arredatori, grazie alla loro gentilezza e professionalità potrai configurare la cameretta in base agli spazi presenti all’interno della camera, Questo brand presenta mobili dalle dimensioni ridotte che si adattano al meglio a spazi piccoli, ma che hanno al loro interno innumerevoli scompartimenti per suddividere la vostra indumenti e giochi.
  • camerette Spar si presentano in due modi: classiche dal design che si adatta ad uno stile classico e moderne, con un design ricercato. Queste camerette sono hanno un particolare sistema di sicurezza con cerniere a chiusura rallentata per evitare spiacevoli incidenti. Sono adatte per i ragazzi e ragazze nel periodo che va tra l’adolescenza e la maturità e sono completamente personalizzabili dalla struttura fino alla scelta dei colori e al genere. Le linee moderne. sono molto belle e permettono di dare movimento e colore a tutta la camera.
  • camerette Colombini adatte alle prime necessità di un bimbo ancora in tenerà età. Queste camere si presentano con letti a castello o 2 lettini l’uno accanto all’altro, hanno colori stravaganti e più accesi rispetto alle altre. Queste si adattano a tutte le esigenze di genitori e bambini durante l’infanzia. Il pregio di queste camere è essere funzionali. Esse ricreano uno spazio adatto al gioco, all’ora della nanna e molto confortevole.

 

I prezzi delle camerette per bambini

 

I prezzi per le camerette variano in base a materiale e composizione: dai tremila ai seimila euro e sono davvero dei prezzi ottimi rispetto alla concorrenza.

I mobili in vendita presentano un buon rapporto qualità prezzo e il prodotto è supera tutte le aspettative di genitori e bambini.

 

Allora vi siete convinti? Affrettatevi e scegliete la cameretta che fa per voi su www.arredamentipignataro.it!

pelle

Ci sono diverse borse donna, da quelle in pelle a quelle in tessuto, da quelle realizzate con materiali tecnologici a quelle con materiali di riciclo. Insomma, ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ma come è cambiata nel tempo la produzione delle borse? Ebbene, se fino a diversi anni fa c’era una produzione prettamente artigianale, sovente completamente manuale, oggi a prevalere è la produzione industriale e non sempre si tratta di una cosa positiva.

Borse donna, se la produzione fa rima con omologazione

Fino ad alcuni anni fa ogni donna poteva avere una borsetta pressoché unica. La produzione artigianale di questo accessorio faceva si che ogni pezzo fosse diverso dall’altro. Si aveva la possibilità di commissionare una borsa, oppure di sceglierla on bottega già pronta, ma quello che era sicuro è che era impossibile trovare un pezzo uguale all’altro. Oggi, invece, la tecnologia ha permesso di creare delle borse in serie, con vantaggio di chi desidera avere un pezzo a un prezzo medio-basso, ma che però ha il come contro il fatto che ormai il mercato è invaso da pezzi tutti uguali.

Ovviamente ci sono borse di grande produzione che hanno comunque una buona qualità e che, pur prodotte in serie, vengono realizzate comunque con materiali selezionati, dando vita a un prodotto accessibile e funzionale.

Come si producono le borse in pelle oggi

pelle2Oggi abbiamo comunque la possibilità di avere dei prodotti che siano una via di mezzo tra la manifattura artigianale e un prodotto realizzato con macchinari industriali. Grazie alle nuove tecnologie è infatti possibile coniugare in un buon equilibrio questi due aspetti, consentendo di realizzare delle borse in pelle in tempi brevi e a prezzi modici, accessibili.

Ci sono diversi fornitori borse che forniscono piccoli negozi di nicchia con i loro prodotti. In genere si trovano in città turistiche come Firenze, Venezia, Torino, Milano, Alghero, Lecce e così via. Nei centri storici, quasi nascosti, si vedono queste piccole botteghe con borse in pelle multicolore appese ovunque e vendute a prezzi che, a primo acchito, sembrano bassi. Questo è possibile per il fatto che vengono prodotte appunto con le macchine e non totalmente a mano.

Naturalmente se si sale di fascia si trovano prodotti di qualità superiore, o firmati da un brand, cosa che naturalmente fa la differenza per quanto riguarda il costo e, possibilmente, anche le prestazioni.

Il piacere di un oggetto unico

Ovviamente oggi non tutti possono permettersi un oggetto unico al mondo, ma sicuramente in molti possono trovare un buon compresso con dei prodotti che non sono comunque prodotti su larga scala e che conservano il fascino di una borsa artigianale.

 

il forum dell'autoriparatore

Quando ci si avvicina al mondo degli autoriparatori, ci si chiede, spesso e volentieri, quali sia il modo giusto per iniziare.

Fermo restando che diventare un riparatore delle automobili non è affatto così facile come potrebbe sembrare a prima vista, esistono comunque degli accorgimenti quantomeno generali utili per capire come muoversi in tal senso.

Innanzitutto bisogna sapere che non si può svolgere il lavoro di autoriparatore senza un’opportuna qualifica, come stabilito dalle molteplici normative in merito che tutt’ora vigono sul suolo dello Stato Italiano.

Grazie a questa possibilità si ottiene la qualifica per poter operare (basta svolgere un corso oppure avere il diploma di meccanico), ma la strada verso il successo di una utoriparatore è ben più lunga e tortuosa.

Bisogna essere pronti e preparati, altrimenti non si riuscirà mai a venire a capo della problema.

Perché la reputazione degli autoriparatori va costruita anno dopo anno e riparazione dopo riparazione.

Prima di pensare all’apertura di una propria officina, quindi, occorre prendere in considerazione altre possibilità.

 

Studio e formazione di un autoriparatore

 

Come già accennato precedentemente, è di fondamentale importanza avere le qualifiche giuste per poter svolgere questo tipo di lavoro.

In mancanza delle conoscenze si rischia di commettere degli errori.

Inoltre è necessario possedere il diploma di automeccanico anche per iscriversi a un qualche tirocinio in modo da apprendere le basi pratiche di questa professione.

Niente di così difficile, a prima vista, se non si considerano le molteplici difficoltà incontro alle quali bisogna diventare per svolgere il lavoro di un meccanico.

Serve forza fisica, presenza, prestanza e la capacità di risolvere i problemi senza intaccare la struttura generale dell’auto.

Cose, queste, che ai banchi del liceo non vengono insegnate, motivo per cui esiste la concreta necessità di svolgere un periodo di apprendistato presso un’officina meccanica specializzata.

Solo osservando gli interventi, di volta in volta, è possibile realmente capire come muoversi successivamente.

Si consiglia di fare almeno 3 anni di pratica presso un’officina automeccanica specializzata.

Più interventi questa esegue e meglio sarà per colui che apprende: riuscirà a essere un automeccanico più bravo, in quanto eseguirà una gamma di operazioni più vasta.

 

L’apertura di una propria officina: conviene?

 

Una volta svolto il periodo di apprendimento, che è assolutamente necessario per tutti coloro che vorrebbero svolgere la professione di autoriparatore, non resta che farsi forza per operare in proprio.

Niente di difficile o particolarmente impossibile, specialmente considerando tutte le possibilità offerte in tal caso.

Tuttavia, bisogna chiedersi se si è realmente pronti a sacrificarsi in tutto e per tutto per svolgere questa professione.

Perché aprire l’autofficina non basta affatto: bisogna anche essere bravi a gestirla.

Si tratta, come spesso avviene di quel che è a tutti gli effetti un’operazione di marketing vero e proprio.

Pubblicità, promozione, fidelizzazione dei clienti sono soltanto alcuni dei fattori a cui bisogna prestare una maniacale attenzione.

Le competenze vanno migliorare passo dopo passo, in modo da offrire a tutti coloro che lo necessitano un valido e duraturo aiuto.

clonazione chiavi transponder

Sono ormai molteplici le case automobilistiche che si servono di chiavi trasponder al fine di minimizzare l’incidenza di furti, che negli ultimi anni hanno subito un incremento notevole.

L’arte della chiave offre sia nello shop online, che nel negozio fisico situato ad Eboli, in provincia di Salerno, numerose soluzioni di questo genere, proponendo i modelli di chiavi che possono contenere i trasponder delle principali case automobilistiche.

L’importanza del trasponder è notevole, per questa ragione è bene affidarsi a professionisti del settore, che mettono a disposizione della clientela articoli sicuri e di qualità, che possono preservare questa importante tecnologia.

Per questa ragione, sotto consiglio di amici, mi sono rivolto a questo shop online, al fine di acquistare una chiave per trasponder della mia auto, una Dacia.

 

Duplicazione chiavi con trasponder

 

duplicazione chiavi auto con transponder Per comprendere per quale ragione sia fondamentale rivolgersi all’arte della chiave per acquisire questi dispositivi, è necessario prima descrivere brevemente cos’è un trasponder.

Il trasponder ha essenzialmente una funzionalità che è racchiusa nel suo nome: deve trasmettere un segnale (transmitter), e riceverne un secondo (responder).

Esso è fisicamente un chip, sul quale è iscritto un codice univoco, questo codice univoco mediante un’antenna localizzata nel blocchetto di accensione sottostante al volante, viene inviato alla centralina elettrica dell’automobile (questo fa comprendere la sempre maggiore correlazione tra meccanica ed elettronica nell’automotive), e solo in seguito alla ricezione di questo segnale è possibile mettere in moto il veicolo.

Il chip è contenuto all’interno della chiave, che funge un po’ da scocca di protezione, e che quindi deve essere costituita appositamente per ospitare questo dispositivo.

La sua importanza è tale che insieme al trasponder ed all’antenna costituisce l’immobilizer, uno dei più recenti sistemi antifurto messi a punto dalle case automobilistiche.

L’arte della chiave propone prodotti all’altezza di questa funzione, senza che vi siano pericoli circa la loro integrità.

 

Cosa accade se la chiave non è opportuna

 

Se la chiave non è di qualità tale da ottemperare a questa funzionalità, potrebbe esservi una compromissione del chip.

Mi sono affidato all’Arte Della Chiave proprio dopo aver acquistato una scocca di bassa qualità.

Il chip, in seguito ad un urto di banale entità, ha subito uno spostamento tale da non essere più riconosciuto dall’antenna, e questo mi ha provocato dei gravi disagi.

Al contrario i prodotti offerti da questo sito risultano di ottima fattura.

E’ evidente che si debba prestare la giusta attenzione per non rovinare la chiave, ma di certo la resistenza non è paragonabile a quella di altri brand.

 

Come ho acquistato online in modo rapido

 

Ho deciso di acquistare online, pagando al momento della consegna, con l’aggiunta di un piccolo supplemento che non ha gravato affatto sulla spesa totale, essendo l’articolo già estremamente conveniente, soprattutto se rapportato alla qualità che vanta.

La chiave è arrivata in tempi particolarmente rapidi, con l’opportuna confezione, e si è presentata sin da subito in maniera ottimale sia in termini di materiali che per quanto concerne il design.

 

In conclusione consiglio di rivolgersi a lartedellachiave.it per evitare di incorrere in prodotti di scarsa qualità che portano poi a spese aggiuntive.

ditta pulizie roma professionale

Gli ambienti dove si soggiorna, che siano essi uffici di lavoro, abitazioni private, mense o aziende, necessitano di cura e attenzione circa la pulizia di tutto ciò che è presente a partire dai pavimenti, in quanto attraverso la costanza e l’attenzione riservata all’igiene, si è consapevoli di trovarsi in ambientazioni del tutto igienizzate da ogni possibile forma di sporco e quindi di elementi dannosi alla salute.

La pulizia e l’igienizzazione degli ambienti però, non sempre risulta essere semplice, in quanto diverse possono essere le situazioni in cui ci si può trovare: condizioni di sporco eccessive in seguito a lavori di manutenzione o sporco ostinato di anni di abbandono in ambienti datati, possono risultare un peso eccessivo da far fronte anche perché le operazioni di pulizia in simili contesti necessitano di molto lavoro, impegno e sopratutto professionalità che ovviamente si può trovare solo in professionisti esperti del settore.

 

AD OGNI CONTESTO LA SUA SOLUZIONE

 

In posti come aziende e uffici, spesso lo sporco si annida facilmente per mezzo della continua esposizione di queste zone al passaggio di molte persone essendo luoghi lavorativi: la pulizia diviene allora un fattore molto importante che ha bisogno di persone giuste.

agenzia pulizie romaLa soluzione vincente in tali contesti, è quella di affidarsi a specialisti nel settore che sappiano gestire con impegno il proprio lavoro.

Ima è l’impresa di Pulizie sita a Roma che consente di scegliere quando e per quanto tempo avere a disposizione personale altamente qualificato che saprà al meglio restituire spazi lavorativi completamente puliti e igienizzati.

Tali servizi, che possono essere dedicati anche agli esercizi commerciali, possono essere effettuati anche in orari notturni per non intralciare il normale lavoro.

L’esperienza di Ima impresa di pulizia a Roma, si estende in tutta la capitale

e nelle zone limitrofe con servizi dedicati anche a condomini stabilendo con gli amministratori giorni di lavoro e tariffe in base al contratto stabilito.

Per chi invece avesse lavori straordinari di pulizia da compiere in seguito a lavori di manutenzione della propria casa, può altrettanto avvalersi dei servizi Ima: polveri e sporco incrostato come pure macchie da vernice, saranno rimossi senza fatica e in breve tempo.

Per la pulizia in appartamenti, Ima è molto flessibile per quanto riguarda gli orari: con un minimo di 2 ore, è possibile avere a disposizione personale addetto alle pulizie nella propria abitazione e decidere se avvalersi della sua collaborazione negli altri giorni della settimana.

 

IMA: PULIZIE E NON SOLO

 

L’impresa di pulizie Ima (www.imapulizie.it), non si ferma solo alle attività legate all’igienizzazione ed alla pulizia, ma può offrire anche servizi legati allo sgombero di cantine, garage e appartamenti e, per chi necessitasse di manutenzione di aree verdi come giardini o terreni, Ima può offrire tutta la sua esperienza e impegno a costi accessibili sempre, mettendo insieme una risposta estesa per diversi bisogni.

In questi casi, sono effettuati prezzi scontati sugli ulteriori servizi extra richiesti, a garanzia di un rapporto lavorativo che viene incontro ogni volta alle esigenze del cliente.

Si ricorda inoltre, che tra i vari servizi offerti, sono possibili anche servizi di volantinaggio, per i quali serietà, puntualità e attenzione, sono ancora una volta i punti fondamentali dell’esperienza Ima.

morso di ragno

Il morso di ragno è un evento abbastanza comune ed è dovuto ai cosiddetti ragni domestici, cioè quelli innocui che normalmente possiamo trovare nelle nostre case, specialmente in campagna. Vi sono però anche dei ragni che possono risultare pericolosi per la nostra salute e il cui morso non dev’essere sottovalutato.

Riconoscere il morso del ragno

Il morso del ragno provoca generalmente due forellini sulla pelle, molto ravvicinati tra loro, che sono praticamente i segni dei denti, anche se spesso a causare le punture possono essere stati anche altri tipi di insetti.

I sintomi

Come detto, la puntura del ragno comune provoca dei sintomi localizzati che tendono a scomparire presto.

  • Prurito
  • arrossamento della zona colpita
  • formicolio localizzato

sono i sintomi più comuni, curabili con dei normali medicinali da banco o anche con dei rimedi naturali.

Se invece il morso deriva da ragni velenosi, come la vedova nera, il ragno violino o la malmignatta, il consiglio è di recarsi subito al pronto soccorso più vicino, in quanto il rischio per la nostra salute è molto alto.

In questi casi possiamo avere:

  • degli spasmi e crampi muscolari
  • dolore molto forte
  • difficoltà respiratorie

Si tratta di sintomi dovuti al veleno neurotossico della vedova nera.

Nel caso di veleno necrotossico (ragno violino e malmignatta) avremo invece:

  • stati di nausea e vomito
  • febbre e dolori muscolari
  • ulcere necrotiche che possono avere anche un diametro di 20cm

ma si possono avere anche delle insufficienze renali che possono essere letali.

Tra i ragni velenosi viene messa anche la tarantola, che però può provocare effetti gravi se si è allergici suo veleno, quindi uno shock anafilattico che richiede un tempestivo intervento medico.

I rimedi

Per quanto riguarda il morso dei ragni velenosi, come già accennato, è indispensabile rivolgersi subito al pronto soccorso, cercando di riconoscere il tipo di ragno che ci ha morso, anche se può essere un compito molto arduo vista la dimensione di alcuni di essi. In questo caso, se il morso è stato fatto su uno degli arti, cercare di tenerlo più in alto possibile. Il medico cercherà di somministrare il giusto antidoto e altri medicinali per contrastare gli eventuali effetti da spasmo muscolare.

morso ragnoSe invece siamo stati punti da un ragno comune innanzi tutto lavare la ferita con abbondante acqua fredda e magari fare delle applicazioni di ghiaccio per contrastare l’infiammazione attorno alla parte colpita.

Possiamo poi applicare dei rimedi naturali come impacchi di bicarbonato da lasciare agire per circa una mezz’oretta. Questi tipi di morsi non sono particolarmente dolorosi e non hanno generalmente bisogno di altre particolari attenzioni, ma il tutto è soggettivo e ognuno di noi reagisce in modo differente. Quindi possiamo anche aiutarci con dei farmaci, come il paracetamolo, se il dolore diventa più intenso.

Vi sono anche delle creme antistaminiche e a base di cortisone se l’infiammazione è più forte del normale e se il prurito diventa insopportabile. Inoltre vi è anche la possibilità che la ferita si infetti e quindi sarebbe opportuno utilizzare anche un antibiotico dopo un’accurata disinfezione. Naturalmente nel caso in cui i sintomi risultino più forti (anche delle linee di febbre) è sempre bene rivolgersi ad un medico e non prendere dei medicinali fai da te.