Speed test: quale scegliere

ADSL: velocità teorica e reale

La velocità della connessione internet è fondamentale per poter lavorare al meglio o anche semplicemente per vivere secondo le moderne esigenze, che richiedono lo scambio di informazioni, file, foto e video sempre più pesanti.

Tutte le compagnie telefoniche offrono moltissime offerte e promozioni che basano la propria forza proprio sulla velocità dell’ADSL.
Naturalmente, prima di scegliere una determinata offerta basandosi solo sulla velocità di internet è importante comprendere cosa si intende per velocità ADSL e, soprattutto, sapere che essa può subire delle oscillazioni a seconda di una serie di fattori che dipendono anche dal tipo di connessione che si utilizza. Read More →

Skyhot: il meglio dell'intrattenimento porno tv

Hotclub è un servizio di porno tv offerto da Sky, che consente agli utenti di vedere il meglio del cinema hard italiano ed internazionale direttamente sulla propria televisione.  Grazie a Sky Hotclub, infatti, sarà possibile divertirsi lasciando libere le proprie inibizioni attraverso la visione di pellicole a luci rosse, in tutta sicurezza, 24 ore su 24. Come? Vediamo come funzione Sky Hotclub e tutti i servizi che offre ai suoi abbonati.

Skyhot: il meglio dell’intrattenimento per adulti per tutti i gusti

Sky Hotclub è un servizio offerto agli abbonati Primafila, grazie al quale sarà possibile vedere tutte le migliori produzioni del settore porno tv, tutto con un semplice click del telecomando.
Hotclub è attivo 24 ore al giorno e consente di scegliere tra centinaia di canali di ogni tipologia: c’è Hotmix, canale che offre una selezione delle migliori scene erotiche di ieri e di oggi, c’è Luci Rosa, il palinsesto pensato per stimolare la fantasia femminile, e Men X, la programmazione pensata per gli utenti omosessuali. Inoltre, gli appassionati potranno scoprire tutti i dietro le quinte delle riviste erotiche più famose del modo, grazie al canale tv di Playboy e di Penthouse.

Anche i generi offerti da Sky Hotclub sono molteplici, pensati per accontentare ogni tipologia di utente. Mature, Amateur, Fetish, Lesbo, Gay, Anal, Milf, Asian, ecc: l’erotismo sulla porno tv di Sky non ha limiti ed accontenta tutte le preferenze.Skyhot: il meglio dell'intrattenimento porno tv

Ma la porno tv di Sky, non offre solo una programmazione composta dai migliori filmati hard italiani ed internazionali. Gli amanti del cinema per adulti potranno infatti fare un salto all’interno della vita intima delle star più amate del settore e scoprire tutti i loro segreti, grazie agli speciali dedicati alle dive hard più famose di tutti i tempi.

Hotclub: come accedere alla porno tv di Sky?

Hotclub ha rivoluzionato il mondo della televisione a luci rosse. Infatti, non sarà più necessario rimanere svegli fino a tarda notte per potersi divertire in compagnia dei porno attori e le porno attrici più amate: Sky Hotclub offre una programmazione ricca e variata ad alto tasso erotico a qualunque ora del giorno e della notte.

Per questo motivo, per accedere all’innovativa porno tv, Sky propone agli utenti due pacchetti differenti per fascia oraria: chi desidera godere dell’intrattenimento per adulti durante le ore notturne (dalle 23 alle 7) può scegliere la promozione “By Night”; coloro che amano guardare i filmati a luci rosse durante il giorno (dalle 7 alle 23) potranno invece scegliere il pacchetto “By Day”.

Con Hotclub, la tua privacy è al sicuro!

La porno tv di SKy consente agli abbonati di divertirsi in compagnia delle donne più belle del panorama porno in tutta sicurezza.
Con Sky Hotclub, la privacy è infatti protetta al 100%: il nome del programma acquistato non verrà inserito ne in bolletta ne in fattura, così da poter potersi divertire senza rischi ed inibizioni.
Per accedere ad Hotclub, è possibile scegliere tra diverse modalità di pagamento: si possono acquistare i servizi a luci rosse mediante la fatturazione in bolletta, sms oppure tramite la comoda smart card Primafila.

Pavimentazione per esterni: tecniche e metodi applicativi

La pavimentazione per esterni deve tenere conto di criteri ed esigenze ben diverse rispetto a quella di interni.

La funzionalità deve accordarsi con gli aspetti estetici e i gusti personali. Bisogna fare una distinzione tra pavimenti per interni e quelli per esterni in quanto ciò che si svolge dentro le mura di un’abitazione è sicuramente ben diverso da quello che troviamo in un giardino o in una strada carrabile o a bordo piscina.

I criteri di valutazione fondamentali per una scelta appropriata dei vostri spazi esterni devono tener conto immancabilmente delle condizioni atmosferiche dei luoghi.

Ci sono zone dove gli inverni sono molto rigidi, altre che hanno un’elevata percentuale di precipitazioni durante tutto l’anno, altre calde e secche. A seconda del tipo di clima in cui viviamo bisognerà scegliere con cura le tipologie di materiali delle mattonelle da usare. Alcune caratteristiche delle pavimentazioni per esterni sono però comuni a tutti i tipi di ambienti esterni; devono essere impermeabili, antiscivolo resistenti ai carichi, agli sbalzi di temperatura e alle macchie.

La destinazione d’uso dunque e la funzione che assolverà il pavimento sono altromodo importanti per avere un risultato soddisfacente e duraturo. Un’altra analisi va fatta al terreno in cui avverrà la posa in opera della pavimentazione per esterni; i terreni possono avere caratteristiche fisiche e chimiche diverse che se non studiate bene possono causare problemi ai lavori in momenti successivi. La prima operazione da fare fisicamente è il massetto in cemento che in alcuni casi può essere armato per una maggiore stabilità.

Successivamente occorre predisporre un adeguato allettamento, per lo più costituito da malta cementizia o materiali sabbiosi, e infine la posa finale delle mattonelle. In ultima analisi è necessaria una “battitura” con lo scopo di incassare i singoli elementi nell’allettamento in modo uniforme e per evitare successive infiltrazioni d’acqua.

Di solito questa operazione si svolge in due fasi successive in maniera incrociata per ottenere una buona compattazione, bagnando tra una fase e l’altra i mattoni con dell’acqua.

Tipologie di pavimentazione per esterni

Riguardo le tipologie di pavimentazione per spazi esterni dobbiamo innanzitutto osservare i nostri spazi e l’arredamento sia interno che esterno così da creare un’armonia tra le parti. I materiali che oggi si utilizzano per gli spazi esterni sono svariati e cambiano a seconda dell’uso.

Uno dei materiali più diffuso negli ultimi anni è il gres porcellanato per le sue ottime caratteristiche di resistenza all’abrasione, ai graffi, agli urti, agli attacchi chimici. Un altro materiale è il cotto, spesso usato anche a bordo piscine e in ambienti rustici.

Nei cortili spesso troviamo il calcestruzzo con l’intento di riprodurre gli elementi naturali come la pietra o la roccia. Il legno contrariamente al pensiero comune è un ottimo materiale per esterni ma con le dovute differenze rispetto al legno utilizzato nei parquet dentro le abitazioni.

I listoni di legno devono essere in massello e spessi, i bordi devono essere arrotondati e la superficie zigrinata per dare maggiore aderenza in condizioni di bagnato. La struttura della posa in opera deve essere a reticolo e come tutti i pavimenti esterni avere una certa pendenza per lo scolo delle acque piovane.

Il montaggio vero e proprio avviene con dei clip metallici e la tipologia di legno che si predilige è quella che possiede per natura sostanze come tannini o oli essenziali che impediscono la formazione di muffe o funghi. Successivamente dovranno essere fatti ulteriori trattamenti artificiali.

La scelta di un tipo di pavimentazione per esterni piuttosto che un’altra denota uno stile che spesso rispecchia i nostri gusti personali e lo star bene in determinati ambienti.

 

 

Le sale lavorazione

Le sale lavorazione sono degli spazi adibiti alla preparazione del prodotto finale, e necessitano di caratteristiche tecniche specifiche, dettate a norm di legge, che ne determinano la funzionalità, l’igiene e la sicurezza.

Sebbene queste possano essere destinate alle più svariate funzioni come la lavorazione del prodotto alimentare o di quello farmaceutico, è una caratteristica comune che all’interno venga mantenuta una temperatura positiva tra i 6 e i 18 gradi, all’infuori di esigenze specifiche.

Come si progettano le sale lavorazione

La costruzione delle sale lavorazione necessita di progetti che riescano ad avvicinarsi sempre più alle esigenze del cliente, costruendo le sale lavorazione secondo le sue richieste.

E’ un lavoro che deve essere affidato a dei professionisti, ma un ruolo molto importante è svolto dal personale del reparto produttivo, che deve specificare le esigenze ai lavoratori impegnati nella progettazione.

Fortunatamente esiste una grande specializzazione del settore, composto sempre più da specialisti esperti in continua formazione.

Anche l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha permesso di raggiungere standard di efficienza, sicurezza ed igiene molto elevati.

Un fattore molto importante è la scelta dei materiali con i quali le celle di lavorazione devono essere costruite. E’ meglio prediligere materiali più costosi e sostenibili, come l’acciaio Inox, sia per la resistenza della cella, sia per questioni legate alla sicurezza e all’igiene della produzione.

Standard e principi fondamentali delle sale lavorazione

Le sale di lavorazione devono di norma essere progettate con semplicità per favorire la pulizia ed il mantenimento della stessa, ma anche essere predisposte ad un ampliamento veloce.

Le celle devono essere modulari per rendere l’installazione degli impianti delle celle frigorifere più facili da scegliere e da montare.

La caratteristica più importante è comunque l’efficienza, in particolare per la manutenzione della cella di lavorazione, che facilita il mantenimento del clima interno alla cella e riduce le spese, garantendo il massimo della qualità del prodotto.

Le sale hanno bisogno di strumenti di controllo e supervisione, che allarmino immediatamente il personale in caso di malfunzionamento o guasto. Devo contenere sistemi che monitorino la qualità dell’aria, dell’umidità, dei gas di refrigerazione e di tutte le parti meccaniche ed elettroniche da cui dipende la refrigerazione.

Sono posizionate di norma alla fine del ciclo del processo produttivo, dove di norma avviene la preparazione finale del prodotto.

Altri parti fondamentali possono essere le stanze pre sterili, chiamate anche aree grigie, collegate direttamente alle camere bianche, ovvero quegli spazi destinati al personale e al loro igiene.

Le sale di lavorazione devono essere consegnate provviste delle dovute certificazioni, che devono essere rilasciate dalla ditta produttrice, come i manuali per il corretto mantenimento e per la giusta pulizia dell’impianto.

A cosa servono ?

Come noto, una volta che il prodotto viene inizialmente lavorato, è necessario terminare l’operato nel più breve tempo possibile, garantendo i massimi standard di pulizia e il rispetto delle norme che regolamentano il settore.
Nelle sale il prodotto viene protetto durante la lavorazione e prima del confezionamento da inquinamenti indesiderati.

Alcuni prodotti non possono essere surgelati, ed in questo contesto è essenziale che la temperatura rimanga costante ed elettronicamente controllata.

Le sale di produzione hanno molteplici fini. Ad esempio vengono utilizzate nella produzione dei latticini come sale di riposo o sale di taglio. In questo caso assume una importanza cruciale il controllo dell’umidità e delle temperature, che devono essere costanti ed automaticamente monitorate.

Le stesse condizioni devono essere mantenute nella lavorazione e nel taglio delle carni e degli affettati.

 

Quando è il momento di levigare il parquet in legno

I pavimenti in parquet di legno sono molto amati perché donano calore e raffinata eleganza alla casa. Il legno, però, è un materiale vivo e con il calpestio, l’usura e l’attacco degli agenti atmosferici a lungo andare si rovina.

Effettuare la levigatura del parquet a Padova è molto semplice, perché ci sono ditte molto qualificate, con un’esperienza pluriennale nel settore. Questa della levigatura non è un’operazione facile da effettuare, ha bisogno di personale qualificato e di macchinari adeguati per essere effettuata nel migliore dei modi. Effettuare un trattamento di levigatura o lamatura del parquet a Padova, vuol dire eliminare tutte le imperfezioni, riportarlo alla sua originaria bellezza e con un costo non elevato.

La levigatura del parquet a Padova è un intervento di manutenzione straordinaria che si effettua in varie fasi. Anche se bisognerà liberare tutta la stanza dai mobili e pulire per bene il pavimento prima di iniziare, levigare il parquet di legno è molto importante, perché con questo trattamento si elimineranno tutti i graffi, le abrasioni e i segni dell’usura che il tempo ha lasciato sul pavimento, ottenendo degli ottimi risultati.

Durante gli anni, sulle diverse tipologie di parquet si può intervenire varie volte a seconda del suo spessore e del tipo di legno utilizzato. Sul legno massello si può intervenire fino a 6 / 8 volte, sul prefinito dalle 2 alle 4 volte.

Come si effettua il trattamento di levigatura del parquet

Quando si effettua la levigatura del parquet a Padova, le ditte che operano in questa città, effettuano un’accurata verifica per controllare se vi sia qualche listello mobile che deve essere riparato localmente, perché durante il passaggio della macchina levigatrice potrebbe saltare.

Di seguito, si effettua la sgrossatura che spiana e liscia la superficie. Questo intervento si effettua a pavimento libero, cioè sgombro da mobili e anche accuratamente pulito. Essa si effettua a fasce parallele con la macchina levigatrice che passa l’abrasivo a grana grossa che serve a togliere tutti i graffi e le abrasioni. Si parte dal centro e si va verso i bordi, effettuando una seconda passata incrociata rispetto alla prima.

La levigatura del parquet a Padova si esegue in modo molto preciso. Infatti, subito dopo aver passato la macchina con l’abrasivo si passa alla levigatura vera e propria, che è una seconda lamatura con grana più sottile per ottenere una superficie liscia ed omogenea. Di seguito, si effettuerà la stuccatura per chiudere le fessure, stendendo con una spatola una pasta formata da un legante e polvere di legno e la carteggiatura, eseguita parallelamente alla fibra di legno.

Questa serve a rimuovere lo stucco in eccesso e viene effettuata con un abrasivo a grana finissima. Questo passaggio finale è molto importante, perché serve a preparare il pavimento per l’applicazione dello strato di finitura.

Vernice, olio o cera? Quale tipo di finitura usare

A questo punto, la ditta che effettua la levigatura del parquet a Padova pulirà accuratamente il pavimento, sicuramente con un aspirapolvere professionale molto potente, perché il parquet deve essere perfettamente pulito per ricevere lo strato di finitura, anche il più piccolo granello di polvere di legno potrebbe compromettere la fase finale. Le ditte che operano nel settore della levigatura del parquet a Padova sono molto scrupolose ed efficienti per realizzare un’ottimo risultato finale.

La finitura può essere effettuata con vernice, cera o olio.

La vernice forma un sottile strato impermeabile facile da pulire e molto duraturo, può essere di tipo lucido, semi levigatura-parquet-padovalucido, opaco. Invece, la cera e l’olio lasciano traspirare il legno e ne esaltano le tonalità, ma non durano molto a lungo e periodicamente devono essere riapplicate.

 

Il parquet a Padova e provincia per una casa calda e accogliente

A volte sceglierlo è davvero difficile perché sono disponibili infinite essenze e tante geometrie di posa.

Scarpa Alessandro parquet è un’azienda specializzata in vendita e posa di parquet a Padova e provincia e scegliere la tipologia giusta per la casa non è più un problema.

La vasta gamma di prodotti reperibili riesce ad accontentare anche le persone più titubanti e soddisfa tutti i gusti e le esigenze di arredamento.

La consulenza è veramente necessaria, perché tra tanta varietà, si corre il rischio di far confusione, anche perché tutti i parquet sono esteticamente impeccabili.

C’è chi lo preferisce con tonalità rosse, chi lo ama più chiaro o ancora, chi adora le imperfezioni naturali del legno vivo come i nodi e le venature irregolari.

Inoltre, bisogna tener conto anche della provenienza delle essenze perché i pannelli più innovativi e modelli sono prodotti con legni esotici, la cui conoscenza va approfondita.
Anche se la scelta è vastissima e potrebbe creare confusione, un elemento in particolare dovrebbe mettere d’accordo tutti, infatti, il parquet è ecosostenibile.

È importante usufruire di ditte che certificano i loro articoli con le sigle ‘FSC e PEFC’ che assicurano che le essenze arrivano da boschi dove sono previste le ripiantumazioni.

Come orientarsi sulla scelta del parquet a Padova e provincia

Molti preferiscono il legno locale

Orientarsi sulle essenze con cui vengono realizzati i pannelli per il parquet non è affatto facile ma molti focalizzano la loro attenzione sul legno nazionale.

parquet-padova-provinciaPurtroppo, anche con il parquet si può incorrere in qualche truffa ed è importante rivolgersi sempre ad aziende di comprovata fama.

Le essenze europee preferite sono il rovere che viene realizzato in diverse colorazioni o il larice sbiancato, per chi preferisce le cromie bianche.

Ma se l’azienda alla quale ci si rivolge è degna di stima, si può optare anche per essenze esotiche come l’innovativo Iroko, adattissimo per coloro che amano il pavimento scuro.

Se si devono rivestire spazi molto ampi il parquet a Padova e provincia può essere scelto nelle tonalità che vanno sul beige o sul bianco perla.
Per stanze frequentate è importante scegliere colori più scuri mentre per quelle camere dallo stile ricercato e con pareti decorate, è bene mantenersi su linee classiche che esaltino la bellezza dell’arredamento presente.

Alcune essenze, come il parquet di Jotobà, sono l’ideale per le case rupestri perché tendono alla tonalità ramata che si sposta sull’arancio.

Le abitazioni rustiche vengono impreziosite da questi tipo di listoni che regalano un’atmosfera di accoglienza e convivialità.

La posa del parquet a Padova e provincia

Due metodologie

Una volta scelto il colore del parquet bisogna affidarsi al personale qualificato per far installare i listoni.
Le metodologie di installazione sono due:

  1. con colla
  2. flottante

La posa del parquet a Padova e provincia con la colla è il metodo più tradizionale e i parquettisti, dopo aver preparato una base di cemento ben livellata, incollano i listelli con del collante solitamente ecologico e privo di sostanze tossiche.

Il suolo è calpestabile dopo alcuni giorni per permettere ai listoni di aderire perfettamente alla superficie.

La posa flottante è relativamente più semplice perché i listoni si incastrano sulla superficie cementata ben livellata, ma anche sulla vecchia pavimentazione già esistente.

In questo caso, non servono sostanze collanti ed il suolo si può calpestare appena dopo la posa in opera.
In entrambe i casi, i posatori inseriranno un tappetino tra la superficie ed i listoni per assicurare un perfetto isolamento e per ottenere un ulteriore livellamento del sottofondo.

Per una posa perfetta del parquet a Padova e provincia i parquettistti lasceranno circa un centimetro di spazio tra il muro ed i listoni per favorire i movimenti.

I parametri nella previsione meteo

Nello studio delle previsioni del tempo il meteorologo si affida prevalentemente alla lettura dei parametri atmosferici attuali e alla loro evoluzione per formulare previsioni di breve e media distanza temporale. I parametri principali considerati nella previsione meteo sono la temperatura dell’aria, l’umidità, la pressione atmosferica, le precipitazioni meteorologiche, la direzione e l’intensità del vento. Read More →

Per essere sempre informati sulle ultime dal mondo, sui principali fatti di cronaca italiana e internazionale e sulle breaking news, Sky TG24 rappresenta per tutti un punto di riferimento assoluto. Sul sito del telegiornale, che viene continuamente aggiornato, spazio a cronaca, politica, sport e tanti altri argomenti per tenere tutti sempre informati, in modo imparziale e super partes. Read More →