pelle

Ci sono diverse borse donna, da quelle in pelle a quelle in tessuto, da quelle realizzate con materiali tecnologici a quelle con materiali di riciclo. Insomma, ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ma come è cambiata nel tempo la produzione delle borse? Ebbene, se fino a diversi anni fa c’era una produzione prettamente artigianale, sovente completamente manuale, oggi a prevalere è la produzione industriale e non sempre si tratta di una cosa positiva.

Borse donna, se la produzione fa rima con omologazione

Fino ad alcuni anni fa ogni donna poteva avere una borsetta pressoché unica. La produzione artigianale di questo accessorio faceva si che ogni pezzo fosse diverso dall’altro. Si aveva la possibilità di commissionare una borsa, oppure di sceglierla on bottega già pronta, ma quello che era sicuro è che era impossibile trovare un pezzo uguale all’altro. Oggi, invece, la tecnologia ha permesso di creare delle borse in serie, con vantaggio di chi desidera avere un pezzo a un prezzo medio-basso, ma che però ha il come contro il fatto che ormai il mercato è invaso da pezzi tutti uguali.

Ovviamente ci sono borse di grande produzione che hanno comunque una buona qualità e che, pur prodotte in serie, vengono realizzate comunque con materiali selezionati, dando vita a un prodotto accessibile e funzionale.

Come si producono le borse in pelle oggi

pelle2Oggi abbiamo comunque la possibilità di avere dei prodotti che siano una via di mezzo tra la manifattura artigianale e un prodotto realizzato con macchinari industriali. Grazie alle nuove tecnologie è infatti possibile coniugare in un buon equilibrio questi due aspetti, consentendo di realizzare delle borse in pelle in tempi brevi e a prezzi modici, accessibili.

Ci sono diversi fornitori borse che forniscono piccoli negozi di nicchia con i loro prodotti. In genere si trovano in città turistiche come Firenze, Venezia, Torino, Milano, Alghero, Lecce e così via. Nei centri storici, quasi nascosti, si vedono queste piccole botteghe con borse in pelle multicolore appese ovunque e vendute a prezzi che, a primo acchito, sembrano bassi. Questo è possibile per il fatto che vengono prodotte appunto con le macchine e non totalmente a mano.

Naturalmente se si sale di fascia si trovano prodotti di qualità superiore, o firmati da un brand, cosa che naturalmente fa la differenza per quanto riguarda il costo e, possibilmente, anche le prestazioni.

Il piacere di un oggetto unico

Ovviamente oggi non tutti possono permettersi un oggetto unico al mondo, ma sicuramente in molti possono trovare un buon compresso con dei prodotti che non sono comunque prodotti su larga scala e che conservano il fascino di una borsa artigianale.

 

morso di ragno

Il morso di ragno è un evento abbastanza comune ed è dovuto ai cosiddetti ragni domestici, cioè quelli innocui che normalmente possiamo trovare nelle nostre case, specialmente in campagna. Vi sono però anche dei ragni che possono risultare pericolosi per la nostra salute e il cui morso non dev’essere sottovalutato.

Riconoscere il morso del ragno

Il morso del ragno provoca generalmente due forellini sulla pelle, molto ravvicinati tra loro, che sono praticamente i segni dei denti, anche se spesso a causare le punture possono essere stati anche altri tipi di insetti.

I sintomi

Come detto, la puntura del ragno comune provoca dei sintomi localizzati che tendono a scomparire presto.

  • Prurito
  • arrossamento della zona colpita
  • formicolio localizzato

sono i sintomi più comuni, curabili con dei normali medicinali da banco o anche con dei rimedi naturali.

Se invece il morso deriva da ragni velenosi, come la vedova nera, il ragno violino o la malmignatta, il consiglio è di recarsi subito al pronto soccorso più vicino, in quanto il rischio per la nostra salute è molto alto.

In questi casi possiamo avere:

  • degli spasmi e crampi muscolari
  • dolore molto forte
  • difficoltà respiratorie

Si tratta di sintomi dovuti al veleno neurotossico della vedova nera.

Nel caso di veleno necrotossico (ragno violino e malmignatta) avremo invece:

  • stati di nausea e vomito
  • febbre e dolori muscolari
  • ulcere necrotiche che possono avere anche un diametro di 20cm

ma si possono avere anche delle insufficienze renali che possono essere letali.

Tra i ragni velenosi viene messa anche la tarantola, che però può provocare effetti gravi se si è allergici suo veleno, quindi uno shock anafilattico che richiede un tempestivo intervento medico.

I rimedi

Per quanto riguarda il morso dei ragni velenosi, come già accennato, è indispensabile rivolgersi subito al pronto soccorso, cercando di riconoscere il tipo di ragno che ci ha morso, anche se può essere un compito molto arduo vista la dimensione di alcuni di essi. In questo caso, se il morso è stato fatto su uno degli arti, cercare di tenerlo più in alto possibile. Il medico cercherà di somministrare il giusto antidoto e altri medicinali per contrastare gli eventuali effetti da spasmo muscolare.

morso ragnoSe invece siamo stati punti da un ragno comune innanzi tutto lavare la ferita con abbondante acqua fredda e magari fare delle applicazioni di ghiaccio per contrastare l’infiammazione attorno alla parte colpita.

Possiamo poi applicare dei rimedi naturali come impacchi di bicarbonato da lasciare agire per circa una mezz’oretta. Questi tipi di morsi non sono particolarmente dolorosi e non hanno generalmente bisogno di altre particolari attenzioni, ma il tutto è soggettivo e ognuno di noi reagisce in modo differente. Quindi possiamo anche aiutarci con dei farmaci, come il paracetamolo, se il dolore diventa più intenso.

Vi sono anche delle creme antistaminiche e a base di cortisone se l’infiammazione è più forte del normale e se il prurito diventa insopportabile. Inoltre vi è anche la possibilità che la ferita si infetti e quindi sarebbe opportuno utilizzare anche un antibiotico dopo un’accurata disinfezione. Naturalmente nel caso in cui i sintomi risultino più forti (anche delle linee di febbre) è sempre bene rivolgersi ad un medico e non prendere dei medicinali fai da te.

auto usatissime

Da qualche tempo ormai si parla di quanto il mercato delle auto usate sia sempre più fiorente. La cosa si spiega sia con il fatto che ci si trova reduci da una grave crisi economica, crisi non ancora del tutto passata, e col fatto che oggi in questo mercato, rispetto agli anni passati, c’è un’ampia possibilità di scelta di auto di vari modelli e costi. Read More →