Perché comprare lingotti d’oro

Fino a poco tempo fa i risparmiatori privati italiani potevano comprare oro soltanto sotto forma di monete, gioielli, placchette o altri oggetti. Oggi, in base alla legge n.7 del 17 gennaio 2000, possono comprare anche oro fino, ovvero oro che non è stato ancora sottoposto a lavorazione, in altre parole è possibile comprare lingotti oro.

Investire in oro è una scelta molto conveniente per i risparmiatori italiani. L’oro è un bene rifugio, ovvero un bene dotato di un valore intrinseco che tende a non svalutarsi mai, indipendentemente dalla situazione economica. Inoltre, negli ultimi anni, la sua quotazione si è sempre mantenuta abbastanza alta. Comprare lingotti oro, nello specifico, è sempre più conveniente che comprare altri oggetti d’oro, in quanto, a parità di peso, il valore dei primi è sempre maggiore rispetto ai secondi.

Quale tipo di lingotto acquistare

I lingotti sono disponibili in varie dimensioni e vario peso. Al variare di queste caratteristiche varia anche il prezzo del lingotto. Infatti un lingotto da un chilo ha un prezzo più basso di quello che avrebbero mille lingotti da un grammo perché in questo caso bisognerebbe tener conto anche dei maggiori costi di produzione.

Il valore dei lingotti da un grammo, che solitamente vengono regalati, è talvolta il doppio di quello effettivo dell’oro. Il costo della manifattura è forse l’unico svantaggio che caratterizza i lingotti d’oro rispetto, per fare un esempio, alle monete in oro puro.
comprare lingotti oro
In totale esistono una trentina di tipi di lingotto. Gli esperti consigliano di comprare lingotti oro provenienti dai mercati dell’oro regolamentati. Questi lingotti sono sottoposti ad una serie di test (“saggiatura“), sono rifiniti da raffinerie autorizzate e recano un un marchio che certifica la loro purezza, ovvero garantisce che sono composti di oro a 24 carati con una purezza minima del 99,5%.

Inoltre questi lingotti sono dotati di un numero di serie tramite il quale ogni suo spostamento risulta tracciabile. I lingotti più diffusi sono i lingotti Good Delivery, riconosciuti dal mercato professionale di Londra. Pesano 400 once troy (circa 12,4 Kg). Tuttavia, anche i lingotti da un chilo o da un’oncia possono essere una buona opzione soprattutto per un semplice investitore privato.

Come avviene l’acquisto, la conservazione e la rivendita

I lingotti si acquistano generalmente dalle banche ma anche da attività come i banco metalli e online. Esistono persino dei distributori automatici detti “Gold to go” che forniscono lingotti di piccole dimensioni. L’acquisto può avvenire in euro o in dollari.

Gli istituti che vendono oro generalmente si avvalgono di caveau accreditati, locali sotterranei adibiti specificatamente a custodire valori. Si tratta della soluzione migliore per conservare i lingotti d’oro: i lingotti vengono trattati con la massima cura possibile così da garantire interamente la loro integrità.

Si possono prelevare i lingotti dai caveau per custodirli in una cassetta di sicurezza nella propria abitazione, ma in tal caso essi potrebbero subire una svalutazione in quanto perdono la garanzia di integrità.

Nel momento in cui si andrà a vendere un lingotto, sarà necessario far effettuare nuovamente i test, il cui costo è a carico del possessore. Vendere oro oggi è particolarmente facile: abbondano infatti i centri che acquistano oro, i cosiddetti banco metalli, che negli ultimi anni sono proliferati sensibilmente, complice anche la crisi economica. Occorre recarvi muniti di carta d’identità e certificazione; avrete subito una stima del valore del lingotto in base alla quale potrete decidere se venderlo o meno.

Comments are closed.

Post Navigation